logoexcelsior_d0

Importanti segnali di ripresa nelle assunzioni di giovani: mai così bene da tre anni

Le imprese prevedono di ricominciare ad assumere, ed in particolare Under 30. Sarebbero infatti oltre 40.000 i giovani da assumere nei primi tre mesi dell’anno, e ben 36.500 andrebbero a ricoprire posizioni quantomeno di media durata, trattandosi di lavori non stagionali.

DATAGIOVANI ha analizzato le previsioni di assunzione delle aziende italiane per il primo trimestre 2015, secondo l’indagine Unioncamere-Ministero del Lavoro, focalizzando l’attenzione sulle assunzioni riservate a giovani fino ai 29 anni.

In sintesi:

  • Importanti segnali di ripresa nelle assunzioni di giovani: mai così bene da tre anni. Con oltre 40.000 giovani da assumere nei primi tre mesi dell’anno si tratta di una crescita del 18% delle previsioni di assunzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (che equivale ad oltre 6 mila posti di lavoro in più);

  • Il Nordest sugli scudi, più a rilento il Mezzogiorno. Esaminando esclusivamente le assunzioni non stagionali, nel panorama nazionale sono sicuramente le realtà dell’Italia nord – orientale a mostrare le indicazioni più incoraggianti sul fronte delle possibili assunzioni di giovani: con circa 9.000 assunzioni si tratta di un incremento del 30% rispetto al primo trimestre 2014;
  • I settori che vedono più “rosa” per i giovani: alloggio e ristorazione, servizi turistici, servizi avanzati e di supporto alle imprese, con la sorpresa dell’edilizia. I settori che manifestano le previsioni di assunzioni riservate a giovani più consistentemente in crescita rispetto allo scorso anno sono alloggio, ristorazione e servizi turistici, (circa 4.500a assunzioni, +83%), ed i servizi avanzati di supporto alle imprese (attività professionali, scientifiche e tecniche, circa 3 mila opportunità, +77%).

Il report completo è disponibile nell’area download