Giovani preoccupati per il proprio futuro

La preoccupazione dei giovani italiani è che a subire maggiormente gli effetti della manovra economica saranno proprio loro, l’esercito dei precari e dei disoccupati, assieme a lavoratori dipendenti e famiglie. La manovra economica del Governo per riportare sotto controllo il debito pubblico divide sulla sua efficacia quasi esattamente il campione, tra chi promuove la riduzione dei costi della politica e la lotta all’evasione fiscale e chi boccia senza appello i tagli alla ricerca ed agli Enti territoriali. Ai giovani, più che il federalismo fiscale, servono più opportunità di lavoro ed un innalzamento dei salari per non sentirsi più chiamare “bamboccioni”.
Sono questi gli elementi principali emersi da una indagine di DATAGIOVANI, area di studio di Panel Data, su un campione di 800 giovani italiani dai 18 ai 34 anni.

41_sondaggio_giovani_e_manovra_economica.pdf